“Nel blu, dipinto di blu” | Motohiko Katano #7

“Penso che un sogno così non ritorni mai più: mi dipingevo le mani e la faccia di blu, poi d’improvviso venivo dal vento rapito e incominciavo a volare nel cielo infinito” “もう二度と、見る事のない夢は 僕の手も顔も青く染め 急に強い吹いた風が僕を 無限の空に手をひいて連れて行った” Sembra scritto apposta per questo racconto l’inizio  di “Volare” nata intorno alla  metà degli anni ’50, segnati dalla ricostruzione postbellica e del successivo boom economico, che…

Al ritmo delle stagioni

La natura ha una grande influenza nella vita del Giappone che pone molta cura nel fare ogni cosa al momento giusto. È cosi che l’elemento naturale entra a far parte della sua vita divenendo cultura stessa,  esprimendosi in varie forme attraverso l’arte dell’ikebana o nella poesia. Basta pensare all’haiku e al suo modo unico di catturare l’attimo con una…

Tokyo style

C’era una volta il Giappone degli anni ‘90 pieno di luci e riflettori, quando i figli della bubble economy trascorrevano le serate nei pubs e nelle discoteche di Shibuya, Roppongi, Shinjuku bevendo e sperperando. Si andava a gara per un abito importato e per l’ultimo modello di borsa firmata. Possedere era “cool” e tutti sperperavano in viaggi, alberghi di lusso, ristoranti e shopping…

“Un affare di famiglia”. Il valore dell’imperfezione.

La perfezione, lo sappiamo bene, non esiste, ma il fatto di ricercarla può spingerci a migliorare aiutandoci a crescere anche come individui. Un cammino nel processo del divenire e dell’accettazione del limite umano che si sforza di andare oltre, sempre consapevole del suo essere imperfetto. È l’esaltazione del wabi-sabi che celebra la transitorietà e la decadenza della natura presente in tutto; senza mai giudicare ma valorizzando…

Honne e Tatemae: un mondo di emozioni

La società in Giappone si basa su un concetto molto forte di collettività. Viene attribuito grande valore al rispetto per la famiglia e alla comunità cercando di anteporre, innanzitutto,  il bene comune a quello personale. Anche la comunicazione tiene naturalmente conto di questi parametri e non sempre ciò che viene espresso coincide con le reali intenzioni di chi parla. Molto  spesso le…

C’era una volta…

Inutile nasconderlo le favole piacciono un pò a tutti, forse perché racchiudono quel fondo di verità che a volte fa bene ricordare non solo ai bambini. Anche il Giappone ha una tradizione di miti e leggende che si tramandano fin dall’antichità e tra questi gli Otogi-zōshi (御伽草子), delle brevi narrazioni in prosa illustrate, scritte tra il XIV e XVII secolo, che formano uno dei…

Salsa di soia: quel tocco di bon ton!

Condire significa senz’altro rendere un cibo più gradevole aggiungendo alcune sostanze che caratterizzano la cucina di ogni paese. Cosi se in Italia per insaporire i nostri piatti facciamo largo uso di olio d’oliva, il Giappone utilizza la salsa di soia o shoyu [醤油]. Questo condimento nato in Cina durante la dinastia Zhou, venne introdotto in Giappone alla fine del VII…

Tra la folla dei supereroi

C’era un tempo in cui i supereroi vivevano solo nei fumetti, in TV, al Cinema, nei videogames oppure si mascheravano per animare qualche festa. Oggi invece il personaggio scende nelle strade aggirandosi un pò ovunque, grazie soprattutto ad un’ondata di film ispirati ai mondi Marvel che negli ultimi anni ha abbracciato l’immaginario della gente più comune. È proprio a Ginza che un…

Kokeshi | Il bello della differenza

Passeggiando tra le bancarelle dei mercatini è possibile trovare davvero di tutto: dalle vecchie teiere ai kimono usati, dischi in vinile, giocattoli, piatti e mobili antichi. Non mancano certo oggetti preziosi, stampe ma anche, per i collezionisti incalliti, raccolte di cartoline, francobolli, monete e schede telefoniche. Visitarli è bello non solo per andare alla ricerca dell’oggetto raro ma soprattutto…

Buri no teriyaki|ぶりの照り焼き|Buri in salsa teriyaki

In Giappone il buri (ぶり, 鰤), la ricciola o seriola, viene chiamato anche “shusse-uo” (出世魚), ovvero un “pesce in carriera”,  poiché viene indicato con diversi nomi corrispondenti alle fasi della sua crescita, che variano addirittura a seconda della regione. Così se nell’area del Kanto, a cui fa capo Tokyo, viene chiamato wakashi (meno di 35 cm), inada (35-60 cm), warasa (60-80 cm) e poi buri; nella regione del Kansai, a cui…

Aspettando l’Anno Nuovo!

Se vi chiedessi di dirmi quante volte dite “grazie” in un giorno che cosa mi rispondereste? Dopo tutto è una delle parole più importanti in ogni lingua; una delle prime che ci insegnano a dire fin da piccoli e che dovremmo imparare anche quando viaggiamo, nel rispetto del paese che ci ospita. Dire grazie è facile, veloce, non costa nulla, eppure, a…

Sulle orme dei Tokugawa | Koishikawa Koraku-en

Un importante capitolo della storia del Giappone è senza dubbio legato alla famiglia Tokugawa. Il loro dominio ebbe inizio nel 1603, anno in cui Tokugawa Ieyasu venne nominato shōgun dall’imperatore, e durò fino al 1868 quando l’ultimo shōgun, Tokugawa Yoshinobu, fu costretto  a dimettersi, dando inizio alla successiva epoca Meiji. Sotto la guida di questa famiglia il Giappone godette di un periodo d’indiscutibile…