Kyō-no-ippin |今日の一品 | Il piatto del giorno

La cucina giapponese è in parte basata sul modello ichi-ju-san-sai (一汁三菜), una zuppa e tre portate, sempre accompagnate da una ciotola di riso, dove il piatto principale prevede una proteina come pesce o carne, mentre le altre due portate vorrebbero qualcosa di più leggero come tofu o verdure e “tsukemono”, le squisite verdure in salamoia. Nella tradizione culinaria del Giappone troviamo inoltre tre elementi sempre costanti: la salute, la freschezza e la raffinatezza. Anche l’accostamento dei colori e l’unione degli ingredienti giocano un ruolo importante, perché ogni pietanza deve essere costruita secondo un ordine estetico che soddisfi non solo il gusto, ma anche la vista.

L’incontro con altre culture ha portato tuttavia il Giappone ha scoprire nel tempo nuove pietanze come il curry, la cotoletta di maiale panata e fritta, gli hamburgers, le grigliate ed altri piatti. Cibi spesso rivisitati e adattati secondo il proprio gusto che hanno dato vita ad una varietà culinaria impressionante, basata sulla commistione di cucine diverse e l’uso nuovi ingredienti. Se è dunque vero che si tratta di un popolo curioso ed attento, questo è deducibile anche attraversando la sua cucina, e per questo inauguriamo un nuovo capitolo di tokyo mélange, interamente dedicato alla cultura del cibo in Giappone.  

Kyō-no-Ippin significa “il piatto del giorno” da kyō (今日), oggi, ed ippin (一品), una portata, un piatto.

Attraverso queste pagine entreremo nelle cucine delle case, sbirceremo negli scaffali delle librerie alla ricerca di ricettari vecchi e nuovi, proporremo i piatti delle tipiche izakaya alla scoperta di piatti semplici, freschi e appetitosi; senza le pretese dei cuochi stellati, ma per vedere come la fantasia del Giappone si sia fusa, ancora una volta, con la sua tradizione dando vita ad un’esplosione di sapori davvero unici e alla portata di tutti.